Bandiere europee davanti alla Commissione UE

© stock.adobe.com/finecki

Ieri sera, la Commissione UE ha approvato la parte ancora in sospeso degli aiuti economici straordinari (in tedesco) (i cosiddetti aiuti extra di novembre/dicembre). Sono state cosi stabilite le condizioni per le sovvenzioni, in particolare per le imprese che intendono richiedere importi superiori a 4 milioni di euro nel quadro del regime del sostegno straordinario all’economia.

Il Ministro federale dell'economia Altmaier (in tedesco) aveva già fatto la seguente dichiarazione ieri sera (21 gennaio) subito dopo la decisione della Commissione europea: "Sono molto lieto della decisione della Commissione europea. Ciò significa che sono possibili anche aiuti straordinari superiori ai 4 milioni di euro in base alla normativa sugli aiuti di stato (in tedesco). Si tratta di un segnale importante alle imprese e ai lavoratori ed è urgentemente necessario per preservare la sostanza della nostra economia"

Le condizioni in sintesi:
Il regime approvato oggi si basa su una disposizione del diritto europeo sul risarcimento dei danni (articolo 107, paragrafo 2, lettera b) del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE)). La Commissione europea interpreta questa disposizione in modo molto restrittivo, in base alla quale gli aiuti possono essere concessi solo per i danni direttamente causati dalle misure di Lockdown imposte dallo Stato. È quindi ancora più gratificante che, dopo intensi negoziati con la Commissione, sia stato raggiunto un accordo e che la Commissione abbia anche concesso l'approvazione ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato per sovvenzioni superiori ai 4 milioni di euro per azienda. Fino ad ora, le aziende che intendevano richiedere aiuti superiori a 4 milioni di euro avrebbero dovuto presentare una cosiddetta notifica individuale. In seguito alla decisione presa ieri sugli aiuti di stato, questa laboriosa procedura di notifica individuale non è più necessaria, neanche per prestazioni statali superiori ai 4 milioni di euro. Questo è un grande sollievo per le aziende.

Tuttavia, la legge europea sugli aiuti di stato prevede che gli aiuti possano essere concessi solo nella misura in cui le imprese abbiano dimostrato in dettaglio di aver subito un danno. A tal fine, deve essere effettuata anche un'attenta verifica dopo la concessione dell'aiuto provvisorio, nell'ambito della consuntivazione finale, per assicurarsi che non sia avvenuta una sovracompensazione.

Probabilmente sarà possibile presentare la domanda per l'aiuto extra di novembre/dicembre, che come l'aiuto di novembre e dicembre prevede una sovvenzione fino al 75% delle fatturato rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, a febbraio sulla piattaforma informatica per gli aiuti temporanei unificata a livello federale (www.ueberbrueckungshilfe-unternehmen.de) (in tedesco). La domanda dovrà essere presentata tramite consulenti fiscali, revisori dei conti o altri terzi.

Ulteriori informazioni saranno disponibili a breve su www.bmwi.de (in tedesco) e www.ueberbrueckungshilfe-unternehmen.de (in tedesco).

La decisione della Commissione UE sugli aiuti di stato di ieri è consultabile qui (in tedesco).

Il governo tedesco si impegna anche presso la Commissione europea per garantire che gli importi massimi dei piccoli sussidi e per i costi fissi previsti dal Quadro di riferimento temporaneo (“Temporary Framework”) vengano significativamente aumentati.