Informazioni sull'abrogazione del decreto generale sui dispositivi di protezione

© adobe.stock.com/Sherry Young

Oggi il ministro federale dell'economia, Peter Altmaier, consegnerà il primo bando di sovvenzione nell'ambito del programma di sovvenzioni recentemente avviato "Produzione di tessuti non tessuti". Con i due nuovi impianti sovvenzionati, la Innovatec GmbH di Troisdorf, Nord Reno-Westfalia, intende produrre in futuro altre 1.500 tonnellate di pile, che consentiranno la produzione di oltre 1,5 miliardi di maschere protettive.

Altmaier: "Vogliamo espandere in modo significativo le capacità di produzione di dispositivi di protezione in Germania e quindi ridurre efficacemente la nostra dipendenza dalle importazioni. Il nostro obiettivo a lungo termine è quello di coprire l'intera catena del valore, dalle macchine al vello filtrante e alle maschere di protezione. L'investimento di Innovatec GmbH ci ha portato un grande passo avanti verso il nostro obiettivo di ulteriori 4.000 tonnellate di tessuto non tessuto all'anno".

L'Ufficio federale dell'economia e del controllo delle esportazioni (BAFA) attua il programma di sostegno.

Il presidente del BAFA Torsten Safarik sottolinea: "Attuando rapidamente la procedura, noi del BAFA contribuiamo a ridurre la dipendenza dalle importazioni di maschere protettive in Germania e in Europa. La linea guida progettata dal Ministro Altmaier e dal BMWi fornisce un importante contributo in questo senso".

Il 9 aprile, il Gabinetto di Corona ha deciso di istituire una task force di produzione sotto la guida del Ministero Federale dell'Economia e dell'Energia (BMWi). Il suo compito è stato quello di creare e ampliare le capacità di produzione di dispositivi di protezione individuale e di dispositivi medici in Germania e nell'UE, al fine di ridurre la dipendenza dalle importazioni in caso di pandemia.

In una prima fase, è stato sviluppato e attuato un programma di sostegno per la creazione e l'espansione della produzione nazionale di nontessuti meltblown di cui c'è urgente bisogno. Il vello fuso è un prodotto intermedio centrale per la produzione di maschere protettive certificate. Con questo sussidio, entrato in vigore il 1° maggio, il governo tedesco sostiene le imprese che investono nella creazione e nell'espansione della produzione di nontessuti con un sussidio agli investimenti del 30%. Il programma intende stimolare una produzione aggiuntiva di 4.000 tonnellate di nontessuti all'anno, che consentirà di produrre 5 miliardi di maschere protettive all'anno. Le aziende sovvenzionate sono obbligate a vendere il nontessuto in via prioritaria ai produttori europei di maschere protettive.

Innovatec GmbH è il più grande produttore di nontessuti in Europa e sta investendo oltre undici milioni di euro in due nuove linee di produzione di nontessuti meltblown. Entrambe le linee sono "made in Germany" delle società Reifenhäuser e Oerlikon. Al fine di promuovere anche l'ulteriore catena del valore aggiunto, il 1° giugno il programma di finanziamento è stato integrato da due moduli aggiuntivi. Con queste, la costruzione e l'ampliamento di linee per la produzione di un massimo di sette miliardi di maschere di protezione certificate viene sostenuta con un sussidio agli investimenti fino al 50%. Potete trovare maggiori informazioni sui programmi di finanziamento qui (in tedesco).