Assistente di laboratorio con microscopio

© fotolia.com/auremar

I capi dei partner dell'Alleanza per l'istruzione e la formazione hanno concordato oggi misure per ammortizzare l'impatto della crisi della corona sulla formazione duale. I rappresentanti del Governo federale, dell'Agenzia federale per il lavoro, dei Länder, delle associazioni di categoria BDA, BFB, DIHK e ZDH e dei sindacati, presieduti dal Ministro federale dell'economia Altmaier, hanno adottato oggi una dichiarazione congiunta dell'Alleanza per la formazione professionale iniziale e continua di fronte alla crisi della Corona. I partner vogliono assicurarsi che i tirocinanti possano continuare la loro formazione e sostenere gli esami nonostante la difficile situazione attuale. Inoltre, essi perseguono congiuntamente l'obiettivo di poter offrire posti di formazione sufficienti anche nei prossimi anni di formazione.

Il ministro federale Peter Altmaier: "Condizioni quadro affidabili per la formazione professionale duale sono elementari nell'attuale crisi, se vogliamo continuare a garantire la nostra base di manodopera qualificata anche domani. Soprattutto ora, le aziende hanno bisogno del nostro supporto per poter continuare a fornire una formazione qualificata. Con l'offerta di un bonus per le aziende che assumono tirocinanti da aziende insolventi, diamo un importante impulso per consentire ai giovani di completare con successo la formazione già iniziata - anche nella crisi di Corona".

Il ministro federale Hubertus Heil: "La doppia formazione è l'essenza del marchio del nostro Paese e il nostro biglietto per un futuro di successo economico. Per questo dobbiamo continuare a farlo, soprattutto nei momenti difficili. Per me è importante che i giovani possano ancora iniziare o completare un apprendistato nel 2020. Per rendere possibile tutto questo, oggi abbiamo concordato diverse misure di aiuto. Non lottiamo solo per ogni lavoro, ma anche per ogni luogo di formazione".

Il ministro federale Anja Karliczek: "I punti di forza della formazione duale sono particolarmente evidenti nella crisi. È un fondamento essenziale della nostra forza economica. Se vogliamo mantenere questa forza, faremmo bene a investire nell'efficienza del nostro sistema di formazione professionale duale. Le misure adottate oggi nell'Alleanza per la formazione e l'istruzione contribuiranno a garantire che i giovani continuino a ricevere formazione in questi tempi. Ancora una volta, la stretta collaborazione di tutti gli attori coinvolti, in particolare delle parti sociali, sta dimostrando la sua validità nel nostro paese. Insieme faremo in modo che i tirocinanti possano completare con successo la loro formazione se gli esami vengono ora cancellati o devono essere rinviati. Stiamo anche investendo in formati di insegnamento digitale e apparecchiature terminali con un programma di azione immediata nell'ambito del Patto digitale per le scuole. Ciò andrà anche a beneficio delle scuole professionali, in modo che l'apprendimento continui sotto i vincoli della crisi di Corona.

La ministra di Stato per l'integrazione Annette Widmann-Mauz: "Le conseguenze economiche della pandemia di Corona hanno colpito anche persone con una storia di immigrazione e rifugiati particolarmente dura. Molti sono impiegati nel settore alberghiero e della ristorazione o sono in formazione. Dobbiamo fare tutto il possibile per garantire che i successi ottenuti in termini di integrazione nel mercato del lavoro non vengano vanificati. L'integrazione nella formazione e nel mercato del lavoro sarà quindi una priorità del Piano d'azione nazionale per l'integrazione del governo federale".

La presidente della Conferenza dei ministri dell'istruzione e del ministro dell'istruzione della Renania-Palatinato, Dr. Stefanie Hubig: "L'istruzione e la formazione professionale e le scuole professionali creano opportunità future per i giovani, danno un importante contributo all'equità educativa e contribuiscono in modo significativo alla competitività delle imprese tedesche. Con i suoi concetti di apertura che rispettano rigidi criteri igienici, l'istruzione e la formazione professionale dimostra ancora una volta la sua grande efficienza e adattabilità in condizioni difficili. È importante che i tirocinanti possano ora proseguire sulla strada scelta. Insieme alle scuole professionali, i Länder federali faranno tutto il possibile affinché gli apprendisti non siano svantaggiati a causa dell'epidemia di corona".

Detlef Scheele, presidente del consiglio di amministrazione dell'Agenzia federale per il lavoro: "Il nostro obiettivo comune deve essere quello di prevenire una "epidemia di corona". L'Agenzia federale per il lavoro fa la sua parte fornendo consulenza e servizi di supporto affidabili per garantire che le aziende e i richiedenti possano trovare un posto sicuro per se stessi anche in tempi incerti. Quest'anno ci concentriamo ancora di più sulle offerte digitali per gli scolari, ad esempio con il nostro strumento di autovalutazione online Check U. Ci rivolgiamo sempre più spesso ad aziende che offrono formazione professionale in prima persona e che forniscono consulenza per stabilire e stabilizzare i rapporti formativi. Siamo a disposizione anche dei giovani e delle aziende con i nostri strumenti di politica del mercato del lavoro - le capacità per questo sono disponibili.

Il presidente DIHK Eric Schweitzer: "Oggi adottiamo le prime misure per contribuire al mantenimento dei contratti di formazione esistenti e per rendere possibili nuove opportunità di formazione. Monitoreremo attentamente il mercato della formazione e sosterremo le aziende per regione, settore e dimensione aziendale dove la formazione non è più possibile senza assistenza esterna. Quest'anno, l'opportunità di ottenere qualifiche di base è particolarmente importante per i candidati più deboli, al fine di entrare rapidamente in un'azienda e passare il più rapidamente possibile a un rapporto di formazione. Le camere e le associazioni sperimenteranno, ad esempio, lo speed dating virtuale, le camere amplieranno gli scambi di apprendistato e lavoreranno intensamente per garantire che i tirocinanti possano sostenere gli esami finali nonostante le condizioni difficili".

Elke Hannack, vicepresidente del DGB: "Oggi Allianz mette in piedi un ombrello protettivo per la formazione. Con tutte le misure che stiamo adottando oggi, stiamo inviando un segnale forte: ci stiamo battendo per ogni luogo di allenamento. I bonus di acquisizione, la formazione combinata e a contratto e, come rete di sicurezza finale, la formazione extra-aziendale contribuirà a garantire le opportunità future delle giovani generazioni. Questo è il nostro messaggio ai giovani: c'è bisogno di te. Richiedete un posto di formazione, contattate le aziende, utilizzate i numerosi scambi di posti di formazione e i servizi di consulenza. Ma lo diciamo anche alle aziende: Formare gli apprendisti, prendersi cura degli apprendisti, in modo che la crisi della corona non si trasformi in una crisi di lavoratori qualificati".

Concretamente, i soci di Allianz hanno concordato, tra l'altro, che le società che assumono apprendisti da società in fallimento possono ricevere un premio di acquisizione per un periodo di tempo limitato. Inoltre, per stabilizzare l'anno di formazione 2020/21, le aziende dovrebbero poter sfruttare maggiormente i vantaggi della formazione congiunta e della formazione a contratto. Inoltre, i partner dell'alleanza vogliono offrire ai giovani e alle aziende - anche con formati più digitali - una consulenza e un collocamento ancora più mirati nel prossimo anno di formazione.

I partner dell'alleanza continueranno a monitorare gli effetti a medio e lungo termine della pandemia e, se necessario, adotteranno ulteriori misure per stabilizzare il mercato della formazione.
Il testo della dichiarazione congiunta si trova qui (PDF, 298 KB) (in tedesco). Ulteriori informazioni sull'Alleanza per l'istruzione e la formazione e sui suoi partner sono disponibili sul sito www.bmwi.de. www.bmwi.de.

Logos Allianz für Aus- und Weiterbildung