Il Comitato Consultivo Scientifico del Ministero Federale dell'Economia e dell'Energia (BMWi) ha pubblicato oggi una lettera sul tema della "crisi causata dal coronavirus". Il Consiglio consultivo si compiace del fatto che il Governo federale e il Ministero federale dell'economia e dell'energia abbiano agito in modo rapido e deciso per tenere sotto controllo l'epidemia e limitarne il massiccio impatto sull'economia. Rispetto a molti altri paesi, la Germania finora ha saputo affrontare bene queste sfide. In un documento politico allegato alla lettera, il Consiglio discute le sfide poste dalla pandemia del coronavirus, che vanno dagli aiuti per sostenere le imprese e i lavoratori, attraverso impulsi economici e strutturali, alla dimensione europea della crisi, e presenta proposte sugli strumenti esistenti e futuri.

Il ministro federale dell'Economia Altmaier: "In vista delle sfide storiche sulla scia della pandemia del coronavirus, lo scambio tra scienza e politica è più importante che mai. Ringrazio quindi espressamente il Comitato Scientifico Consultivo per la sua lettera e per il lavoro alla tesi. Al fine di mitigare l'impatto economico della pandemia, il governo federale ha messo a punto il più grande pacchetto di salvataggio per le aziende mai messo in atto. Ora si parla di un ulteriore impulso per garantire che l'economia parta bene. Passo dopo passo creeremo una chiara prospettiva per l'economia. Esamineremo attentamente le proposte del comitato consultivo scientifico".

Il Ministero federale dell'economia è anche in stretto contatto con la comunità scientifica, ad esempio con il Consiglio tedesco degli esperti economici, la Bundesbank e gli istituti di ricerca economica.

Il Consiglio scientifico consultivo consiglia il Ministero federale dell'economia e dell'energia in modo indipendente sotto forma di lettere e perizie su questioni di politica economica e sceglie in prima persona l'oggetto delle sue discussioni.

Qui (in tedesco) (PDF, 445 KB) trovate la lettera del comitato scientifico consultivo.