Navi portacontainer viste dall'alto

© iStock/primeimages

Ieri pomeriggio, il ministro federale dell'Economia Peter Altmaier ha partecipato ad una videoconferenza dei ministri del commercio del G20. La videoconferenza si è concentrata su uno scambio di opinioni sulle conseguenze della pandemia COVID-19 per il commercio internazionale e i flussi di investimenti. La discussione, programmata a breve termine, si è basata su un mandato dei capi di Stato e di governo del G20. In considerazione del notevole impatto della pandemia COVID-19 sul commercio globale e sulle catene di approvvigionamento, i ministri hanno discusso misure per garantire il trasporto globale di attrezzature mediche, prodotti agricoli e altri beni di prima necessità. A seguito della conferenza telefonica è stata adottata una dichiarazione congiunta.

Il ministro federale Altmaier: "L'accordo è un'altra importante pietra miliare negli sforzi di tutti gli Stati per combattere COVID-19. Tra gli Stati del G20 abbiamo convenuto che dobbiamo rimuovere in modo deciso e immediato gli ostacoli nelle catene di approvvigionamento globali e contare su una stretta collaborazione, trasparenza e solidarietà. La politica commerciale può dare un importante contributo per garantire un'efficace uscita dalla crisi. Per questo motivo dobbiamo lavorare insieme per un commercio basato sulle regole e per il sistema commerciale multilaterale con una forte Organizzazione mondiale del commercio, evitando tensioni e ostacoli al commercio mondiale.

Nella dichiarazione congiunta adottata ieri, i ministri del commercio del G20 hanno convenuto di sostenere il sistema commerciale basato su regole come contributo alla lotta contro la pandemia COVID-19 e alla rigenerazione dell'economia. Hanno sottolineato l'obiettivo di creare un ambiente aperto, trasparente e stabile per il commercio e gli investimenti e di mantenere aperti i mercati. I ministri hanno anche ribadito l'obiettivo di sostenere la disponibilità a breve termine di forniture chiave dove sono più necessarie. In questo contesto, hanno evidenziato il ruolo particolare delle reti logistiche che coinvolgono il trasporto terrestre, marittimo e aereo come spina dorsale delle catene di fornitura globali e lo scambio di lavoratori qualificati. I ministri hanno inoltre sottolineato che occorre prestare particolare attenzione agli interessi delle PMI, dei lavoratori autonomi e dei dipendenti, nonché delle economie emergenti e in via di sviluppo. Ulteriori misure saranno esaminate in collaborazione con le organizzazioni internazionali e discusse nell'ambito del gruppo di lavoro competente del G20 (Trade and Investment Working Group).

La dichiarazione congiunta dei ministri del commercio del G20 si trova qui (in inglese) (PDF, 72 KB).