Il ministro federale dell'economia Peter Altmaier parla al Bundesrat del pacchetto di aiuti per l'economia tedesca.

Il ministro federale dell'economia Peter Altmaier parla al Bundesrat del pacchetto di aiuti per l'economia tedesca.

© dpa

Il Bundesrat ha definitivamente approvato il bilancio supplementare e Il fondo di stabilizzazione dell’economia sul pacchetto completo di aiuti del governo federale per dipendenti e imprese. Anche il bilancio supplettivo è stato finalmente approvato. In questo modo i Länder dispongono di fondi per l’emergenza delle piccole imprese e dei lavoratori autonomi. Il Fondo di stabilizzazione economica può essere utilizzato per aiutare le grandi imprese e le start-up che si sono trovate in difficoltà a causa della crisi per Coronavirus, per garantire la loro liquidità. I requisiti specifici del Fondo di stabilizzazione economica saranno presto definiti in una normativa generale.

Il ministro dell'Economia federale Peter Altmaier ha commentato: "In un tour de force legislativo, questa settimana Bundestag e Bundesrat hanno dimostrato in modo impressionante la loro capacità di agire. Hanno creato le condizioni per un programma di aiuti senza precedenti per le aziende e i dipendenti. Con questo pacchetto di aiuti dichiariamo guerra alla crisi e cerchiamo di difendere la sostanza della nostra economia in modo da poter ripartire al meglio dopo la crisi.”

Il Ministero federale dell'economia e della tecnologia sta collaborando con i Länder per elaborare un accordo amministrativo per l'attuazione rapida e non burocratica degli aiuti d'emergenza per le piccole imprese. Gli aiuti d'emergenza saranno gestiti dai Länder, ad esempio attraverso le Landesförderbanken.

Panoramica sugli aiuti all'economia

1. Aiuti di emergenza per piccole imprese:

Gli aiuti finanziari d'emergenza (sovvenzioni) per piccole imprese valgono per tutti i settori economici, nonché per i lavoratori autonomi e i liberi professionisti con un massimo di 10 dipendenti (equivalenti a tempo pieno). Il volume del programma raggiunge i 50 miliardi di euro. Così è articolato il programma:

  • fino a € 9.000 una tantum per 3 mesi per un massimo di 5 dipendenti (equivalenti a tempo pieno),
  • fino a € 15.000 una tantum per 3 mesi per un massimo di 10 dipendenti (equivalenti a tempo pieno).

I sussidi sono destinati a garantire l'esistenza economica dei richiedenti consentendo di utilizzare l'aiuto per coprire i costi di gestione corrente, come l'affitto, i prestiti per le attrezzature, i tassi di leasing, ecc. I pagamenti una tantum non devono essere rimborsati. Qui (in tedesco) (PDF, 192 KB) trovate i punti chiave decisi dal Consiglio dei ministri in materia di aiuti d'emergenza per piccole imprese e lavoratori autonomi.

2. Ulteriore sostegno alla liquidità delle imprese

Oltre agli aiuti d'emergenza per le piccole imprese, sono disponibili programmi di credito completi per le aziende. Il nuovo programma speciale KfW 2020 è stato lanciato il 23.03.2020. Le domande possono essere presentate alla KfW dal 23.03.2020. Numerose imprese si stanno già avvalendo di questa possibilità. La KfW ha ricevuto richieste di prestito per un volume di circa 7,4 miliardi di euro (www.kfw.de/KfW-Konzern/Newsroom/Aktuelles/KfW-Corona-Hilfe-2.html [in tedesco]).

Il programma speciale KfW 2020 è disponibile sia per le piccole e medie imprese che per grandi gruppi industriali . Le condizioni di prestito sono state nuovamente migliorate. Tassi d'interesse più bassi e una valutazione semplificata del rischio da parte della KfW per prestiti fino a 10 milioni di euro daranno più sollievo all'economia.

Con più esonero dalla responsabilità da parte di KfW fino al 90% per il capitale circolante e gli investimenti delle piccole e medie imprese, sfruttiamo pienamente l'assunzione del rischio consentita dal diritto comunitario fino all'importo massimo. Ciò facilita la concessione di prestiti da parte di banche e casse di risparmio e aumenta per le imprese l'offerta di crediti sul mercato.

Qui (in tedesco) (PDF, 124 KB) trovate una scheda informativa. Ulteriori informazioni e persone di contatto sono disponibili sul sito web della KfW: www.kfw.de/KfW-Konzern/Newsroom/Aktuelles/KfW-Corona-Hilfe-Unternehmen.html (in tedesco).

Oltre ai prestiti, lo strumento delle garanzie è disponibile anche attraverso le banche di garanzia dei Länder federali. Le banche di garanzia possono rilasciare "garanzie veloci" fino a un importo di 250.000 euro in modo autonomo ed entro 3 giorni, senza la partecipazione dei Länder federali. Ulteriori informazioni in merito sono disponibili sui siti internet delle banche di garanzia.

3. Fondi di stabilizzazione economica

Oltre al forte impatto nelle piccole imprese, i problemi crescono anche per le grandi gruppi industriali imprese, nonché nell'economia reale nel suo complesso. Per questo motivo abbiamo istituito il Fondo di stabilizzazione economica. Il Fondo di stabilizzazione economica ha un volume di circa 600 miliardi di euro e consiste in:

  • 400 miliardi di EUR: garanzie statali su debiti
  • 100 miliardi per le partecipazioni statali dirette
  • 100 miliardi per il rifinanziamento di grandi prestiti KfW

Le opzioni di sostegno del Fondo si applicano anche alle piccole imprese di importanza sistemica e alle imprese del settore delle infrastrutture critiche, nonché alle start-up che sono state valutate da investitori privati in almeno un ciclo di finanziamento completo dal 1° gennaio 2017 con un valore aziendale di almeno 50 milioni di euro compreso il capitale raccolto attraverso questo ciclo.