Stemma della Bassa Sassonia

© iStock / AndreasWeber

La Bassa Sassonia è uno dei primi Länder federali a lanciare propri programmi di aiuto per il coronavirus. Non appena il parlamento regionale domani darà il via libera al bilancio suppletivo di 1,4 miliardi di euro e all'aumento della linea di credito da 2 a 3 miliardi di euro, i prestiti di liquidità e le sovvenzioni potranno essere richiesti online alla Banca di sviluppo della Bassa Sassonia (NBank). Per farlo non è necessario ricorrere a una banca di riferimento.

Inoltre, il ministero federale dell'economia e il ministero dell'economia della Bassa Sassonia stanno lavorando in stretta collaborazione con tutti gli altri Länder federali alla rapida attuazione degli aiuti per l’emergenza federale da destinare alle piccole imprese", annunciati ieri dal governo federale. La Banca di sviluppo del Land Bassa Sassonia (NBank) sarà in futuro anche il punto di riferimento in Bassa Sassonia per gli aiuti d'emergenza federali.

Il ministro dell’economia Dr. Bernd Althusmann ha pigiato sull’acceleratore. Sotto forte pressione nei giorni scorsi nel ministero dell’economia sono state redatte le direttive sugli incentivi: “Vogliamo intervenire dove c’è bisogno di completare gli aiuti immediati dello Stato , affinché possibilmente nessuna azienda vada perduta solo a causa della crisi del coronavirus. Ciò dipende da supporti veloci e non complicati in situazioni di bisogno esistenziale. Più avanti potremo intervenire con necessarie correzioni. Stiamo lavorando con premura anche all’ erogazione degli aiuti immediati dello Stato in accordo con tutti i Länder. “

Il Ministro federale dell’economia:” mi rallegro del fatto che la Bassa Sassonia in questa crisi sostenga le sue aziende in modo così veloce e completo. Lo Stato e le regioni lavorano in stretta cooperazione. Tutti i 16 Länder e lo Stato si accordano affinché i soccorsi per piccole imprese arrivino velocemente e con poca burocrazia - sia tramite i programmi regionali come pure attraverso i programmi statali. Supereremo questa crisi solo insieme. Insieme dobbiamo fare di tutto per conservare aziende ed economia del nostro Paese. Abbiamo bisogno di tutte queste imprese e dei loro lavoratori se vogliamo poter risanare la vita economica. Allora dobbiamo ripartire con energia.”

Altre informazioni sul programma di soccorso della Bassa Sassonia.

Il programma di sussidi della Bassa Sassonia:

Il Programma di sussidi „Iniezione di liquidità per piccole imprese” si rivolge a imprese commerciali e a liberi professionisti con imprese con fino a 49 occupati. Con questo incentivo si vogliono aiutare imprese, liberi professionisti, singoli professionisti (anche artisti e esercitanti attività culturali che a causa della crisi dovuta al Coronavirus si trovano in una crisi esistenziale. Gli incentivi sono graduati: fino a 5 occupati: 3.000 Euro; fino a 10 occupati 5000 Euro, fino a 30 occupati: 10.000 Euro; fino a 49 occupati: 20.000 Euro. Per questo programma sono attualmente destinati 100 milioni di Euro.

Questi sussidi sono a disposizione anche di Start-ups, se non hanno più di 5 anni. Ciò vale anche se non operavano in attivo prima dello scoppio della crisi dovuta al coronavirus. Si presuppone l’esistenza di un solido modello aziendale e una stima positiva dell’ulteriore sviluppo dell’azienda. Per lo speciale bisogno delle Start-ups sono riservati 5 milioni di Euro.

Lo Stato progetta anche per piccole aziende con fino a 10 occupati e singoli liberi professionisti un programma di sovvenzioni che prevede un pagamento una tantum di fino a 9.000 Euro per tre mesi per imprese con fino a 10 occupati e un pagamento una tantum per aziende con fino a 5 occupati e un pagamento una tantum di fino a 15.000 Euro per tre mesi per imprese con fino a 10 occupati.

Il programma sovvenzione di liquidità con cui possono essere concessi a breve termine crediti fino a 50.000 Euro per ogni singolo destinati a piccole e medie imprese. Non occorre presentare alcuna garanzia. Lo scopo è quello di aiutare piccole e medie imprese che hanno un promettente modello aziendale e delle buone prospettive. che però, ad esempio a causa di temporaneo calo del fatturato e della crisi del coronavirus hanno un maggiore bisogno di liquidità.

Althusmann ha invitato tutte le imprese colpite dagli effetti della crisi da coronavirus a esaminare se sia possibile lavorare a orario ridotto.” Si potrebbero così ridurre i costi del personale a breve termine e lo staff sarebbe di nuovo a bordo non appena fosse passata la crisi.”

Sovvenzioni di liquidità si possono ottenere celermente entro pochi giorni tramite garanzie della banca Niedersächsischen Bürgschaftsbank. Per queste garanzie le banche di fiducia sono le prime banche di riferimento.

Troverete qui maggiori informazioni su soccorsi immediati dello Stato per piccole imprese, lavoratori autonomi e lavoratori indipendenti sulla pagina del ministero federale dell’economia.